I Verbi di Posizione in Russo: Mettiamoceli in Testa

5
(1)

L’altra sera, quando Roberta mi ha scritto su Instagram per chiedermi informazioni sui verbi di posizione in russo, mi è venuto un colpo.

Lei me li ha chiamati “verbi statici e dinamici in russo” e la prima cosa a cui ho pensato quando ho letto il messaggio sono state le lezioni di fisica al liceo. Un brivido mi ha percorso la schiena.

Poi ci siamo chiariti e ho capito di cosa parlasse: i verbi di posizione in russo! O almeno, così li chiamo io.

Nel suo libro ho visto che sono categorizzati proprio come “verbi russi statici e dinamici”. Quando andavo all’università io, invece, non solo questi verbi russi di posizione non venivano chiamati in nessun modo, ma non ce li hanno neanche mai insegnati tutti insieme! Sia in Italia che in Russia, me li hanno spiegati in 3 gruppi, separati.

Bene, visto che con me ha funzionato, mantengo la stessa struttura e parto subito! Alla fine, come al solito, trovi il riassunto in PDF da scaricare.

Verbi di posizione in russo

I verbi di posizione in russo

Chiamali un po’ come vuoi, l’importante è che capisci di cosa stiamo parlando.

Questi verbi russi “di statica e dinamica” sono quelli che descrivono o hanno come risultato la posizione di una persona o un oggetto. Un po’ come quando sei in palestra: “stenditi a terra”, “mettiti in piedi”, “tira su i pesi”, “stendi il materassino”…. Tutti questi sono verbi di posizione.

E dove sta il problema?

Beh, il problema c’è, è bello grande e dipende da due fattori:

  • I verbi di posizione in russo NON corrispondono quasi mai a quelli che usiamo in italiano. Proprio la struttura grammaticale è diversa e quindi la nostra testa, all’inizio, fa scintille;
  • Come se non bastasse, i russi fanno più distinzione tra le posizioni verticale e orizzontale di noi.

Secondo me è inutile mettermi qui e farti tabelle (quelle le trovi nel PDF). La cosa migliore che posso fare è spiegarteli situazione per situazione, così per come li ho capiti io.

I verbi di posizione russi statici

Che gli Dei benedicano i verbi “essere” e “esserci”. Dico davvero. Noi italiani li diamo per scontati, ma basta imbattersi in una lingua in cui non si usano (come il russo) per capire quante rogne ci risparmiano.

I verbi russi di posizione statica ne sono un esempio lampante!

Tutte le volte che in italiano dobbiamo rispondere a una domanda che inizia con “Dov’è…?” oppure “Cosa c’è…?” usiamo i nostri due verbi magici e morta lì.

E in russo? Beh, dobbiamo affidarci ai 4 verbi russi di posizione statica:

Стоять

Il verbo “стоять” si traduce comunemente come “stare in posizione eretta” per gli oggetti e “stare in piedi” per le persone. Queste traduzioni, in realtà, servono solo per far capire a noi italiani il significato del verbo, però non ne sono il traducente “naturale”. Vediamo alcuni esempi:

Se ti chiamano mentre stai facendo la coda per entrare da qualche parte, alla domanda “Dove sei?” rispondi – “Стою в очереди“, cioè “sono in coda”.

Quando vuoi dire che nella tua camera c’è un grande armadio, in russo dici “У меня в комнате стоит большой шкаф“.

Se non trovi il tuo bicchiere, ma i tuoi amici l’hanno visto sul tavolo, ti diranno “твой стакан стоит на столе” (il tuo bicchiere è sul tavolo).

Questa forse potrei evitarla, ma so per certo che ti aiuterà a ricordare il significato del verbo. Come abbiamo già visto in una delle pubblicità russe, se un ragazzo è, diciamo, “emozionato”, può dire “у меня стоит” (per farla elegante – ho un’erezione).

Come vedi, usiamo questo verbo di posizione in russo per ciò che si trova in posizione verticale, dritta, senza movimento e ritroviamo lo stesso significato in alcuni modi di dire:

  • Часы стоят – L’orologio è fermo (perché è come se le lancette stessero dritte in piedi e immobili);
  • Стоять на своём – Essere inamovibile, non cambiare idea per niente al mondo;
  • Стой! – L’imperativo si usa per dire “stai ferma/o”.

Лежать

Il verbo “лежать” è molto simile al precedente, ma cambia la posizione! Per gli oggetti, infatti, significa “stare in posizione orizzontale“, per le persone “stare sdraiati“.

Se ti telefonano mentre fai il tuo pisolino sul divano, dopo gli insulti esclamerai “Я лежу на диване” (sono sul divano).

Quando non trovi il cellulare e invochi l’aiuto di tua mamma, lei tornerà da te dicendo “мобильник лежит на тумбочке” (il cellulare è sul comodino).

Ha casa avete un bel tappeto? – У нас дома лежит красивый ковёр.

Anche qui, per aiutarti a ricordare cosa voglia dire questo verbo, ci sono dei modi di dire:

  • Лежать в основе – essere alla base di qualcosa;
  • Волосы хорошо \ плохо лежат – averci i capelli bene o male (come spesso accade a seconda dei giorni).

Adesso fai ATTENZIONE. A livello teorico la differenza tra “стоять” e “лежать” è semplice da capire, però in pratica questi due verbi di posizione in russo creano un sacco di confusione quando si parla di oggetti!

In generale, ci verrebbe da usare “stare in posizione orizzontale” per tutto quello che ha una base maggiore dell’altezza. Purtroppo è sbagliato. “In camera c’è un letto” e “sul tavolo c’è un piatto” si dice “В спальне стоит кровать” e “На столе стоит тарелка”. Perché?! Perché hanno entrambi una base (le gambe il letto e il cerchio il piatto) su cui si appoggiano.

Bisogna stare attenti anche alle posizioni poco chiare. Ad esempio, tutto ciò che “è in tasca” – лежит в кармане, anche se le tasche sono buchi verticali.

verbi di posizione in russo
I verbi “СТОЯТЬ” “СИДЕТЬ” e “ЛЕЖАТЬ” all’infinito corrispondono anche agli ordini che si danno ai cani: “in piedi”, “seduto” e “sdraiato”.

Сидеть

Continuiamo la rassegna dei verbi di posizione russi statici con “сидеть” che significa “stare seduti” e si usa QUASI solo nei confronti di persone e animali.

Se quando ti chiamano non stai dormendo, ma semplicemente sei seduta/o sul divano, puoi dire “сижу на диване“.

Quando sei nel parco e vedi un uccellino sul ramoптичка сидит на ветке.

Insomma, quando qualcuno ha il sederotto posato su una superficie, si dice che “сидит“.

A dirti la verità, però, questo verbo si usa prevalentemente per descrivere l’occupazione di qualcuno e spesso, in questi casi, in italiano lo traduciamo semplicemente come “stare”:

  • Сидеть за столом – stare a tavola;
  • Сидеть в интернете – stare su internet;
  • Сидеть за телевизором – stare davanti alla TV, guardare la TV;
  • Сидеть за компьютером – stare al computer;
  • Сидеть на шее – questo modo di dire “stare seduti sul collo” significa “farsi mantenere da qualcuno“.

Ci sono oggetti inanimati che possono “stare seduti”? Sì! I vestiti, le scarpe e gli occhiali “хорошо \ плохо сидят” quando sono o non sono della tua misura!

Le persone possono “сидеть на кефире” (j qualsiasi altro alimento) quando mangiano solo quello, per motivi di peso (vogliono dimagrire) o di povertà (non possono permettersi altro).

Висеть

L’ultimo dei verbi di posizione in russo statici è “висеть” che sia per gli oggetti che per le persone e animali significa “stare appesi”.

Allo zoo potresti vedere che “обезьяна висит на ветке” (la scimmia è appesa al ramo).

In una galleria d’arte, invece, noterai che “картины висят на стене” (i quadri sono appesi al muro).

Anche lui viene utilizzato in tanti modi di dire che possono aiutarti a ricordartelo:

  • Висеть на волоске – essere appeso a un filo (dalla fine, solitamente);
  • Висеть в воздухе – essere incerto, oppure campato in aria / quando si sente la presenza di qualcosa nell’aria;
  • Висеть на телефоне – parlare al telefono per tanto tempo;
  • Висеть (anche стоять) над душой – stare col fiato sul collo.

Per ricapitolare: questi quattro verbi sono statici, ovvero descrivono la posizione o la presenza di una persona, un animale o un oggetto e spesso in italiano li traduciamo con “essere” o “esserci”. Essendo STATICI, rispondono alla domanda “где?”, quindi devi poi usare il caso prepositivo russo.

Una buona notizia (finalmente)? Questi verbi russi di posizione spesso vengono omessi! Proprio così: quando non te li ricordi, puoi semplicemente non usarli. Se ti dovesse capitare di dire che “il cane è sul letto“, ad esempio, hai diverse possibilità per farlo:

  • Собака на кровати;
  • Собака лежит \ сидит \ стоит на кровати (a seconda della posizione in cui è il cane).

La stessa cosa vale per tutte le frasi di esempio viste sopra! Volendo, ci sono anche altri verbi da potere usare, come “находиться” o “есть”, però non mettiamo troppa carne sul fuoco.

Questi 4 verbi sono imperfettivi e non hanno un perfettivo vero e proprio. Quando serve, si crea quello sostitutivo come spiegato nella Pillola dedicata al prefisso “по-“.

Verbi dinamici “riflessivi”

Passiamo oltre e vediamo i verbi di posizione in russo dinamici “riflessivi”. Li chiamo così semplicemente per farti ricordare che corrispondono a verbi riflessivi in italiano! In russo non lo sono tutti.

Queste tre coppie di verbi descrivono l’azione che una persona o un animale compie per raggiungere una determinata posizione.

Вставать – встать

I verbi “вставать – встать” si traducono in italiano come “alzarsi“, sia quando lo si fa una volta, sia quando lo si fa tutte le mattine, dopo essersi svegliati.

Qui non ci sono particolari difficoltà, però ricordati che in russo non è riflessivo!

Каждое утро, они встают в 7 утра – Ogni mattina si alzano alle 7.

После долгой болезни, кошка встала и пошла – Dopo una lunga malattia, la gatta si è alzata e ha iniziato a camminare.

Pure qui ti lascio qualche modo di dire un po’ più particolare, per aiutarti nella memorizzazione:

  • Солнце встаёт – il sole sorge;
  • Вопрос встаёт – sorge la domanda (colloquiale);
  • Встать \ вставать на колени – mettersi in ginocchio.

Ложиться – лечь

La coppia “ложиться – лечь” ha il significato opposto ai precedenti, cioè “coricarsi” o “stendersi” e non sarà certo una sorpresa scoprire che si usa prevalentemente quando si parla di dormite e sonnellini.

Обычно, я ложусь (спать) в полночь – Di solito vado a dormire (mi corico) a mezzanotte.

Пёс лёг на пол и уснул – Il cane si è coricato sul pavimento e si è addormentato.

Purtroppo non mi viene in mente neanche un modo di dire con questi verbi. Se ne sai qualcuno tu, scrivimelo nei commenti!

verbi di posizione russo
Natasha! Beh, alzati dai!

Садиться – сесть

I cari “садиться – сесть” significano “sedersi“. Sono quelli che si usano più spesso, ci danno più filo da torcere e mi danno più spunti per il racconto.

Prima di tutto, fai attenzione al caso! Se i verbi statici richiedevano il prepositivo, questi implicano un movimento e quindi vogliono che usi l’accusativo russo. Quello del tavolo e del pavimento sono due ottimi esempi per ricordarselo:

Сидеть за столом – stare a tavola.

Сесть за стол – sedersi a tavola.

Сидеть на полу – stare seduti sul pavimento.

Сесть на пол – sedersi sul pavimento.

Altra cosa molto importante che all’inizio mi faceva venir voglia di strapparmi i capelli (perché la sbagliavo sempre): in italiano PRENDIAMO i mezzi pubblici. I russi no, loro CI SI SIEDONO SOPRA. E questo è niente! I problemi arrivano per scegliere la preposizione! Procediamo con calma….

1) Quando si parla “in generale“, i russi prediligono la preposizione “на” + accusativo. Чтобы добраться до университета, Вам лучше сесть на автобус. – Per arrivare all’università è meglio che prenda l’autobus.

2) Nei racconti o nelle azioni concrete, invece, preferiscono “в” + accusativo. Ad esempio, dopo l’imbarco puoi chiamare un tuo amico e dirgli: “Я села в самолёт” (sono sull’aereo, mi ci sono seduta dentro).

Anche in italiano, se ci pensi bene, nel secondo esempio non diresti “ho preso l’aereo”, perché suona un po’ troppo “generale”. In russo è uguale.

Modi di dire:

  • Садиться \ сесть на шпагат – fare la spaccata;
  • Садиться \ сесть на диету – mettersi a dieta.

A questo punto potresti chiederti: “Ma non ne manca uno?!”

Beh, hai ragione. All’appello manca la coppia di verbi “вешаться – повеситься” e non è un caso che abbia deciso di non vederli nel dettaglio. Sebbene ufficialmente significhino “appendersi”, in russo si usano solo per dire “impiccarsi”! Quindi lasciamoli perdere.

Verbi di posizione russi transitivi

Eccoci arrivati all’ultima categoria: quella dei verbi di posizione transitivi. Come si dice “dulcis in fundo” – ti assicuro che saranno quelli che ti creeranno più problemi.

Queste quattro coppie di verbi descrivono l’azione che una persona o un animale compie per FAR assumere una determinata posizione A QUALCOSA O QUALCUNO.

Vediamoli subito.

Ставить – поставить

Quest’adorabile coppia di verbi di posizione russi significa “mettere in posizione verticale”. Proprio così, hai capito bene, questo verbo si usa solo per gli oggetti che stanno in posizione verticale o che hanno un sostegno. Insomma, tutti quelli che, una volta appoggiati, “стоят”.

– Где стул? – Я его поставил в угол. (Dov’è la sedia? L’ho messa nell’angolo)

Обычно, цветы ставят в вазу. (Solitamente i fiori si mettono in un vaso con l’acqua)

Al contrario dei precedenti, questi verbi si usano in un sacco di modi dire! Chiaramente, non posso riportarteli tutti, altrimenti facciamo notte. Ti lascio solo quelli che sento usare più spesso:

  • Ставить \ поставить в неловкое положение – mettere in imbarazzo;
  • Ставить \ поставить в известность – mettere al corrente;
  • Ставить \ поставить на место – riprendere qualcuno per il suo comportamento;
  • Ставить \ поставить точку – mettere fine a qualcosa;
  • Поставить перед фактом – comunicare qualcosa a qualcuno solo dopo averla fatta, a fatto compiuto;
  • Ставить цель – imporsi un obiettivo;
  • Ставить \ поставить на зарядку – mettere sotto carica.

Класть – положить

Mettiamo subito le cose in chiaro. Esiste il verbo imperfettivo “класть” e pure il verbo perfettivo “положить”, entrambi significano “mettere in posizione orizzontale“. Il verbo “ложить”, signore e signori, NON ESISTE! Come ho già scritto nella Pillola dedicata a cosa sbagliano i russi quando parlano russo, alcuni lo usano, ma se lo senti ti do il permesso di schiaffeggiarli sulla bocca.

Questi due verbi di posizione in russo si usano esattamente come i precedenti, però per gli oggetti che “di default” stanno in posizione orizzontale o per i posti, dove le cose “лежат” (in tasca, ad esempio).

Мама положила все подушки на диван. (Mamma ha messo tutti i cuscini sul divano)

Перед сном, я всегда кладу мобильник экраном вниз. (Prima di dormire, metto sempre il cellulare con lo schermo in giù [oddio, non so dirlo in italiano])

Vediamo qualche modo di dire:

  • Положить конец – mettere fine a qualcosa;
  • Положить глаз – bramare qualcosa, desiderare;
  • Положить (кого-то) в больницу – ricoverare qualcuno (mettere sdraiato in ospedale).
verbi di posizione in russo
In Russia, nelle chiese, i credenti “ставят свечки” (mettono le candeline) per chiedere la protezione dei santi.

Сажать – посадить

Ora, la coppia “сажать – посадитьha due significati diversi a seconda che si parli di esseri animati o inanimati. Per le persone, vuol dire “mettere seduti”, per gli oggetti si usa soprattutto con il significato di “piantare“. Non sto qui a dirti che siano molto utilizzati; si usano principalmente in ambiti limitati.

Мой дедушка любит сажать деревья в саду. (A mio nonno piace piantare alberi in giardino)

Брат посадил девочку в прогулочную коляску. (Il fratello ha messo la bambina seduta sul passeggino)

In senso letterale si usano principalmente con piante e bambini. Vorrei a questo punto fare una precisazione: I verbi di posizione russi transitivi sono spesso seguiti dall’accusativo perché prevedono un movimento. Nell’esempio del nonno pollice verde, però, vedi il prepositivo. Come mai?

Perché il giardino è il luogo dove lui svolge l’azione. Gli alberi li pianta nella terra, in giardino (в землю, в саду).

L’unico modo di dire che mi viene in mente è questo:

  • Сажать \ посадить в тюрьму – mettere in galera.

Вешать – повесить

Sembra un sogno, ma abbiamo finito! L’ultima coppia di verbi di posizione in russo è “вешать – повесить” che significa “appendere”.

В России любят вешать магниты на холодильник. (In Russia amano appendere le calamite al frigo)

Родители повесили мою картину на стену в спальне. (I miei hanno appeso il mio quadro al muro in camera da letto)

Anche in questo caso, i verbi si associano a oggetti inanimati, perché per le persone è usato con il significato meno carino di “impiccare”.

Da ricordare:

  • Вешать \ повесить лапшу на уши – (appendere gli spaghetti cinesi alle orecchie) prendere in giro, imbrogliare;
  • Вешать \ повесить нос – intristirsi.

Riassunto PDF

Come promesso all’inizio, qui puoi scaricare il riassunto PDF dei verbi russi di posizione. Inserisci il tuo nome, la tua email e clicca sul pulsante! Apparirà il link per scaricare il file.

    Bene, mi pare che questo sia quanto. Se hai delle domande oppure ho dimenticato qualcosa, chiedimelo pure nei commenti! Adesso perché non ti leggi una di queste Pillole?

    Ti è piaciuta questa Pillola? Hai delle domande sui verbi di posizione in russo?

    Valutala e poi lascia un commento, oppure scrivimi una mail o su Instagram!

    Vuoi offrirmi un caffè?

    Fallo sul mio profilo Ko-fi!


    Ti è piaciuta questa pillola?

    Valutala!

    Voto medio: 5 / 5. Numero di voti: 1

    Nessun voto 🙁

    2 pensieri riguardo “I Verbi di Posizione in Russo: Mettiamoceli in Testa

    • 16/11/2020 in 19:40
      Permalink

      è paretita la mail prima che finissi di scrivere…
      dicevo:
      Grazie! Benemerita dell’Umanità russistica!

      Rispondi

    Hai ancora domande? Hai un commento sull'articolo? Scrivimi qui!